SGUARDI

“L’anima di una persona è nascosta nel suo sguardo, per questo abbiamo paura di farci guardare negli occhi”

Jim Morrison

Lo sguardo di ogni persona ha un potere straordinario.

Osservarlo attraverso gli occhi e filtrarlo con il cuore apre un forte canale empatico: una comunicazione che non sempre è fatta di parole.

Serve solo l’accortezza di coglierlo, quindi il tempo necessario per fermarsi ed essere presenti non solo con il corpo, ma con la mente e l’anima.

Purtroppo noto spesso sguardi spenti, come privi di qualsiasi desiderio: sguardi che difficilmente si accendono di curiosità. Si posano in modo distratto e fugace su ciò che li circonda, preferiscono lanciare una rapida occhiata, cogliere con superficialità le situazioni intorno senza entrare nei dettagli.

Altre volte vedo sguardi che seguono altri sguardi. Come tanti soldatini programmati si soffermano annoiati a guardare dove tanti occhi osservano, creando talvolta un interesse fittizio intorno a realtà prive di veri stimoli.

O ancora percepisco sguardi che hanno paura di incrociarsi. Temono l’incontro diretto con altri occhi. Si stanno abituando invece ad avere scambi inespressivi con quei piccoli schermi che silenziosamente si sostituiscono al valore del contatto umano.

Capita poi di incrociare sguardi diversi, che accendono dentro forti sensazioni.

Sguardi vivi, che esprimono la pienezza della vita, sguardi che ridono.

Come quello di Olga, una signora di 97 anni che ho avuto il piacere di conoscere soltanto per qualche minuto, ma di cui ricorderò sempre l’intensità dello sguardo.

I suoi occhi chiari emanano una luce incredibilmente potente. Si legge gioia, riconoscenza, si legge vita vissuta con intensità e consapevolezza. Ti guardano dritto senza timore alcuno e ti accolgono avvolgendoti in un caldo sorriso.

La osservo piena di stima e rifletto. Penso alle miriadi di situazioni che quegli occhi hanno scrutato e vissuto: le intense gioie e i profondi dolori, le grandi vittorie e le amare sconfitte.

E il suo sguardo ancora così luminoso e incuriosito, desideroso di vivere per altri cent’anni ancora.

Elisa

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: